SME Caorle, cercando le conferme in trasferta

E’ un Nicola Ostan visibilmente soddisfatto, quello che fa il punto a metà della settimana in casa SME Caorle; i suoi ragazzi hanno battuto la Calligaris Corno di Rosazzo per 77 – 60 con una prestazione convincente e si apprestano ad affrontare la trasferta di Riese (domenica, ore 18.00) con rinnovata fiducia.

“Nell’ultimo match abbiamo disputato un ottimo secondo quarto, dove hanno funzionato sostanzialmente tutte le cose che avevamo stabilito di mettere in pratica. Quando riusciamo a prendere energia dalla difesa, poi in attacco tutto diventa più fluido: in questo momento, sottolineerei che nella metà campo offensivo i picchi prestazioni di elementi come Buscaino coronano la disponibilità del gruppo nel rinunciare a tiri o a iniziative personali per privilegiare soluzioni più facili”.
“Per questo – prosegue Ostan – nelle ultime due esibizioni abbiamo trovato maggior fluidità offensiva, producendo rispettivamente 74 e 77 punti; dovremo cercare di mantenere questi standard, da una parte e dall’altra del campo”.

Il prossimo impegno, però, non sarà di quelli agevoli come sottolinea lo stesso tecnico litoraneo: “Partita difficile quella contro The Team, perché sono una formazione atipica che propone il solo Carlesso come pivot di ruolo. Hanno giocatori come Nicola Camazzola e lo stesso D’Incà che possono giostrare addirittura come ala forte; elementi come Benassi e Camazzola rappresentano le menti della squadra e, da loro, partono le iniziative più pericolose per cui noi dovremo essere bravi ad imporre la nostra struttura ed a non porre il gioco sul piano che loro desiderano. Soprattutto, sarà importante cercare di dare la stessa qualità sia in casa che in trasferta: siamo solo ad inizio campionato, ma non voglio assolutamente avere livelli di rendimento diversi a seconda del fatto di essere sul proprio parquet o meno”.

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: