SME Caorle, Corno di Rosazzo non passa a San Stino

La Calligaris Corno di Rosazzo non passa al palasport di San Stino di Livenza, la “casa” dello SME Caorle per l’occasione.
Una prestazione, quella dei litoranei, più che quadrata: il team di Ostan ha difeso alla grande contro un team che, dal canto suo, non ha potuto impiegare Paolo Graziani (in panchina per onor di firma).

L’inizio è certamente equilibrato: da una parte i lunghi Buscaino e Bianchini, insieme al solito Rizzetto; dall’altra “Klaus” Munini sono i protagonisti. Gli attacchi viaggiano a buoni ritmi, il match è piacevole e l’equilibrio vige per tutta la durata del primo periodo: 24 – 24 dopo dieci minuti, ma nel secondo quarto Corno di Rosazzo ha un momento di black out che costerà tantissimo. I seggiolai, infatti, mettono a segno appena otto punti in dieci minuti, mentre Caorle ne approfitta per allungare: i veneti hanno ottime percentuali e, dentro al pitturato, Bianchini (6/7 da due, 1/1 da tre, 1/1 ai liberi) e Buscaino (6/10 da due, 2/4 nelle triple, 5 rimbalzi) fanno il vuoto. Caorle allunga fino al +16 di fine secondo periodo, con Corno che rimane parecchio indietro e in difesa fatica tantissimo a contenere gli attaccanti di Ostan (48 punti subiti in due periodi).

Nella ripresa, Accardo e compagni migliorano il proprio atteggiamento nella metà campo difensiva: Munini, pur con diversi errori al tiro, è un trascinatore e Franz cerca di spalleggiarlo al meglio, con il contributo di Franco. Caorle, in questo frangente, viene contenuta a livello offensivo: i padroni di casa non riescono a farsi sentire nuovamente in attacco, ma riescono ad approfittare delle basse percentuali degli ospiti, tanto che al trentesimo minuto siamo sul 58 – 44.
Nell’ultimo periodo, nonostante i tentativi di rientro, la Calligaris non ce la fa: Caorle è brava a gestire i possessi e ad amministrare il vantaggio, con una prestazione difensiva molto attenta e, dall’altra parte, il trio Buscaino – Bianchini – Rizzetto che risulta determinante per il successo del team di Ostan. Il risultato finale di 77 – 60 premia lo SME, bravo a mantenere la costanza lungo tutto l’arco della partita.

 

CAORLE – CORNO DI ROSAZZO 77 – 60

SME Caorle: Buscaino 18, Bovolenta 5, Rizzetto 15, Bianchini 16, Rubin 5, Zorzi 3, Rinaldin, Nardin 6, Masocco 7, Trevisan, Corbetta, Pauletto 2. All. Ostan
Calligaris Corno di Rosazzo: Franz 12, Zacchetti, Munini 19, Bacchin 2, Franco 10, Graziani ne, Macaro 8, Braidot 4, Kos 2, Silvestri, Accardo 3. All. Zuppi

Parziali: 24-24; 48-32; 58-44
Arbitri: Bortolotto e Dian

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: