SME Caorle pronta all’esordio casalingo contro Montebelluna

Primo appuntamento casalingo per lo SME Caorle, che domenica 8 alle ore 18.00 ospita al PalaMare il DB Group Montebelluna: reduci da un esordio vittorioso in quel di Dueville, i ragazzi di Nicola Ostan si apprestano ad incrociare una formazione che ha ben figurato durante la prima giornata di C Gold 2017/2018, con la “stella” Mattia Ciman che ha subito dimostrato di poter essere più che competitivo, toccando quota 29 punti realizzati contro Mestre.

Coach Ostan torna sulla vittoria in quel di Dueville: “Abbiamo fatto un’ottima partita, soprattutto dal punto di vista difensivo; sapevamo che la partita poteva essere delicata ed anzi lo è stata visto che abbiamo avuto percentuali abbastanza deficitarie. L’intento era quello di fare una partita solida difensivamente parlando e lo abbiamo fatto: una buona prestazione, tenuto poi conto che Bovolenta era a mezzo servizio e Marocco, limitato dai falli, ha giocato appena otto minuti”.

Il “mirino” si sposta quindi sulla prossima avversaria, la DB Group Montebelluna: “I ragazzi di Mazzariol hanno avuto un ottimo exploit di Ciman ed hanno messo in difficoltà una delle tre regine del campionato, visto che hanno contenuto Mestre a 62 punti segnati sul proprio parquet. Il gioco che Montebelluna pratica da anni è fatto di intensità, uno contro uno e grande movimento di squadra: anche in questo caso, mi attendo una partita solida e mi aspetto di confermare le buone cose viste in difesa contro Dueville”.

A livello di singoli, c’è un nome su cui coach Ostan punta in particolare: “Mi attendo che Masocco faccia un’ottima partita, da una parte per i soli otto minuti di utilizzo a Dueville e dall’altra perché di fronte si troverà coach Mazzariol, che se non sbaglio lo ha allenato per qualche stagione, nelle giovanili della Benetton Treviso. Punto su di lui come uomo determinante”.

Infine, la conclusione a livello di squadra: “Speriamo, giocando in casa, di avere delle percentuali migliori al tiro e di continuare a fare progressi nella coralità, cosa che per tratti abbiamo mostrato anche a Dueville. A livello di infermeria, il team è a posto: Bovolenta ha ancora due sedute di fisioterapia, ma è seguito passo dopo passo e dovrebbe essere pienamente recuperato”.

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: